AMSI: MAURIZIO BONELLI CONFERMATO PRESIDENTE NAZIONALE

bonelli-maurizio.png

Si è svolto venerdì 28 giugno 2019 a Milano, presso la sede dell’Associazione Maestri Sci Italiani, il Consiglio Direttivo Nazionale AMSI, appuntamento nel quale è stato riconfermato alla guida dell’Associazione Maestri Sci Italiani per il quadriennio 2019-2023 Maurizio Bonelli, trentino dal Primiero, 56 anni. L’elezione del Presidente AMSI Nazionale, come previsto dallo Statuto, si è svolta in un apposito Consiglio Direttivo che ha visto la partecipazione di tutti i Presidenti AMSI in rappresentanza delle 12 Associazioni Regionali con diritto di voto, che sono: Abruzzo, Alto Adige, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Lombardia, Marche, Piemonte, Trentino, Toscana, Valle d'Aosta e Veneto. I lavori sono iniziati alle ore 9.30 e sono terminati alle ore 14.00, con la nomina del Presidente Nazionale, come detto nella persona di Maurizio Bonelli, già a guida dell’Associazione nei due precedenti mandati (2011-2015 e 2015-2019), e dei componenti del Comitato Esecutivo dell’Associazione sempre per il quadriennio 2019-2023: Gianni Poncet (vice pres. vicario - Piemonte) e Luciano Stampa (vice presidente - Lombardia), i consiglieri Nino Buono (Abruzzo) e Alessandro Pandolfo (Friuli Venezia Giulia), mentre come tesoriere è stato riconfermato l’ampezzano Walter Girardi.
ll presidente AMSI, Maurizio Bonelli, ha dichiarato: “Sono felice per la fiducia datami per il terzo mandato alla guida dell’Associazione Maestri Sci Italiani. Il mio intento e di tutto il Consiglio Direttivo AMSI non cambia, intendiamo continuare a dare sostegno alla professionalità e all’immagine dei nostri oltre 12.000 maestri associati. Prosegue dunque il lavoro, che deve trovare sempre di più la condivisione con il Collegio Nazionale Maestri di Sci, per mettere in atto quelle azioni utili per sostenere e tutelare la nostra professione e professionalità, sia in ambito nazionale sia internazionale. Uno degli obiettivi che ci siamo prefissati, ad esempio, è quello di rimettere al ‘centro’ il maestro di sci - alpino e nordico - e di snowboard, anche con la creazione della ‘Casa del Maestro’: una Sede unica, per Associazione e Collegio Nazionale, qui a Milano, per centralizzare e migliorare tutti i servizi verso i Professionisti della Neve. Il lavoro che ci spetta è molto, ma siamo tutti molto motivati”.